Linfonodi Ascellari

I linfonodi ascellari sono un gruppo di linfonodi situati nella regione ascellare del corpo. Svolgono la funzione vitale di filtrazione e conduzione della linfa dagli arti superiori, dalla regione pettorale e dalla parte superiore della schiena.

I linfonodi ascellari sono un gruppo di venti o trenta grandi linfonodi situati nei tessuti profondi all’interno e attorno all’ascella. Questi nodi sono organizzati in cinque gruppi distinti: pettorale (anteriore), laterale, sottoscapolare (posteriore), centrale (intermedio) e subclavicolare (mediale).

linfonodi ascellari

Ogni gruppo di linfonodi riceve linfa da una specifica regione del corpo o da un altro gruppo di linfonodi.

  • Il gruppo pettorale consiste di quattro o cinque grandi linfonodi situati al margine superiore del muscolo grande pettorale. Questi linfonodi ricevono linfa dai vasi linfatici afferenti nelle regioni mammarie e pettorali del torace. I vasi linfatici efferenti di questo gruppo portano la linfa ai linfonodi centrali.
  • Confinando con il bordo laterale del gruppo pettorale si trova il gruppo laterale . Il gruppo laterale consiste di 4-6 linfonodi raggruppati attorno alla vena ascellare. La linfa dei vasi linfatici dell’arto superiore (braccio) si nutre nel gruppo laterale e viene trasmessa ai linfonodi centrali attraverso i vasi linfatici efferenti.
  • Il gruppo sottoscapolare si trova nella parte posteriore dell’ascella inferiore rispetto alla scapola o alla scapola. Da sei a sette linfonodi formano questo gruppo, che filtra la linfa dai vasi linfatici nella parte posteriore del collo e nella parte superiore della schiena. I vasi linfatici efferenti di questo gruppo portano la linfa ai linfonodi centrali.
  • nodi centrali sono un gruppo di tre o quattro linfonodi incorporati nella massa del tessuto adiposo nella base dell’ascella. Essi filtrano ulteriormente la linfa che è già stata filtrata nei linfonodi pettorali, laterali e sottoscapolari. La linfa dai nodi centrali viene condotta attraverso i vasi linfatici ai nodi subclavicolari appena sotto la clavicola o l’osso del collo.
  • nodi subclavicolari sono da sei a dodici linfonodi che eseguono il ciclo finale di filtrazione linfatica prima di far passare la linfa sul tronco della succlavia.

La linfa è una classe di fluido extracellulare presente nei vasi linfatici e formata dai fluidi interstiziali del corpo. Il fluido interstiziale è un altro tipo di fluido extracellulare che circonda le cellule di ogni tessuto del corpo. Il plasma sanguigno che passa attraverso i capillari nei tessuti perde attraverso piccoli spazi nelle pareti dei capillari e scorre tra le cellule formando un fluido interstiziale. Il fluido interstiziale svolge un ruolo vitale nel fornire acqua e sostanze nutritive ai tessuti mentre raccoglie materiali di scarto dalle cellule. Il liquido interstiziale raccoglie anche detriti da cellule morte, virus, batteri e possibilmente cellule tumorali. I vasi capillari linfatici presenti nei tessuti assorbono il liquido interstiziale nei loro lumi, dove diventa linfa. La linfa viene quindi filtrata dai linfonodi e restituita al flusso sanguigno dove diventa nuovamente plasma sanguigno.

I linfonodi sono piccoli organi nel sistema linfatico. La loro forma ha una somiglianza con i fagioli. L’esterno di ciascun linfonodo è costituito da una capsula dura fatta di denso tessuto connettivo fibroso. Il tessuto reticolare contenente abbondanti linfociti e macrofagi riempie l’interno del linfonodo. I linfonodi servono come filtri della linfa che entra da diversi vasi linfatici afferenti. Le fibre reticolari nel tessuto reticolare funzionano come una rete per raccogliere eventuali patogeni o cellule tumorali nella linfa. I macrofagi e i linfociti T quindi attaccano e uccidono questi agenti patogeni e le cellule tumorali. Una volta che la linfa è stata filtrata, passa attraverso i vasi linfatici efferenti, che trasportano la linfa filtrata fuori dal linfonodo in rotta verso i dotti linfatici.

La linfa passa attraverso diversi set di linfonodi per completare il suo processo di filtrazione, prima di fluire in tronchi linfatici più grandi. I tronchi succlavia portano la linfa dai nodi ascellari attraverso il busto ai dotti linfatici sinistro e destro. Entrambi i dotti linfatici restituiscono la linfa filtrata alle vene succlavia, dove diventa parte del plasma sanguigno e ritorna al cuore per un’ulteriore circolazione.