Intestino Tenue

L’intestino tenue è un tubo lungo e molto contorto nel sistema digestivo che assorbe circa il 90% delle sostanze nutritive dal cibo che mangiamo. Viene chiamato “intestino tenue” perché ha un diametro di solo un pollice e ne fa meno della metà del diametro dell’intestino crasso. L’intestino tenue è, tuttavia, circa il doppio della lunghezza dell’intestino crasso e di solito misura circa 10 piedi di lunghezza.

L’intestino tenue si snoda in tutta la cavità addominale inferiore allo stomaco. Le sue numerose pieghe aiutano a impacchettare tutti i 10 piedi di lunghezza in una cavità così piccola.

intestino tenue

Una sottile membrana nota come mesentere si estende dalla parete posteriore del corpo della cavità addominale per circondare l’intestino tenue e ancorarlo in posizione. Vasi sanguigni, nervi e vasi linfatici passano attraverso il mesentere per sostenere i tessuti dell’intestino tenue e trasportano i nutrienti dal cibo nell’intestino al resto del corpo.

L’intestino tenue può essere diviso in 3 regioni principali:

  1. Il duodeno è la prima sezione dell’intestino che si collega allo sfintere pilorico dello stomaco. È la regione più corta dell’intestino tenue, che misura solo circa 10 pollici di lunghezza. Il cibo parzialmente digerito, o chimo , dallo stomaco è mescolato con la bile dal fegato e il succo pancreatico dal pancreas per completare la sua digestione nel duodeno.
  2. Il digiuno è la sezione centrale dell’intestino tenue che funge da sito primario di assorbimento dei nutrienti. Misura circa 3 piedi di lunghezza.
  3. L’ ileo è la sezione finale dell’intestino tenue che si svuota nell’intestino crasso attraverso lo sfintere ileo -cecale. L’ileo è lungo circa 6 piedi e completa l’assorbimento dei nutrienti che mancavano nel digiuno.

Come il resto del tratto gastrointestinale, l’intestino tenue è costituito da quattro strati di tessuto. La mucosa forma lo strato interno del tessuto epiteliale ed è specializzata per l’assorbimento dei nutrienti dal chimo. In profondità alla mucosa è lo strato di sottomucosa che fornisce vasi sanguigni, vasi linfatici e nervi per sostenere la mucosa sulla superficie. Diversi strati di tessuto muscolare liscio formano lo strato muscolare che contrae e muove l’intestino tenue. Infine, la sierosaforma lo strato più esterno del tessuto epiteliale che è continuo con il mesentere e circonda l’intestino.

Le pareti interne dell’intestino tenue sono strettamente corrugate in proiezioni chiamate pieghe circolari che aumentano notevolmente la loro superficie. L’esame microscopico della mucosa rivela che le cellule della mucosa sono organizzate in proiezioni simili a dita note come villi , che aumentano ulteriormente l’area della superficie. Ogni pollice quadrato di mucosa contiene circa 20.000 villi. Le cellule sulla superficie della mucosa contengono anche proiezioni simili a dita delle loro membrane cellulari note come microvilli, che aumentano ulteriormente la superficie dell’intestino tenue. Si stima che ci siano circa 130 miliardi di microvilli per pollice quadrato nella mucosa dell’intestino tenue. Tutte queste rughe e proiezioni aiutano ad aumentare notevolmente la quantità di contatto tra le cellule della mucosa e del chimo per massimizzare l’assorbimento dei nutrienti vitali.

L’intestino tenue processa circa 2 litri di cibo, liquidi e secrezioni digestive ogni giorno. Per garantire che il corpo riceva abbastanza nutrienti dal suo cibo, l’intestino tenue mescola il chimo con le contrazioni muscolari lisce chiamate segmentazioni . La segmentazione comporta la miscelazione di chimo circa 7-12 volte al minuto all’interno di un breve segmento dell’intestino tenue, in modo che il chimo nel mezzo dell’intestino venga spostato verso l’esterno della parete intestinale e contatti la mucosa. Nel duodeno, le segmentazioni aiutano a mescolare il chimo con la bile e il succo pancreatico per completare la digestione chimica del chimo nei suoi nutrienti componenti. Villi e microvilli in tutto l’intestino oscillano avanti e indietro durante le segmentazioni per aumentare il loro contatto con chimo e assorbire efficacemente i nutrienti.

Una volta che i nutrienti sono stati assorbiti dalla mucosa, vengono trasferiti in minuscoli vasi sanguigni e vasi linfatici nel mezzo dei villi per uscire attraverso il mesentere. Gli acidi grassi entrano in piccoli vasi linfatici chiamati latticini che li riportano all’afflusso di sangue. Tutti gli altri nutrienti sono trasportati attraverso le vene al fegato, dove molti nutrienti sono immagazzinati e convertiti in fonti di energia utili.

Chyme è lentamente passato attraverso l’intestino tenue da ondate di contrazione muscolare liscia nota come peristalsi . Le onde della peristalsi iniziano allo stomaco e attraversano il duodeno, il digiuno e infine l’ileo. Ogni onda muove il chimo a breve distanza, quindi ci vogliono molte onde di peristalsi per diverse ore per spostare il chimo fino alla fine dell’ileo.

Questo organo importante è suscettibile a una varietà di malattie e disturbi, tra cui IBS e IBD. Lo sapevate che alcuni di noi sono geneticamente più a rischio di sviluppare la celiachia, un’intolleranza al glutine che danneggia il nostro intestino tenue? Scopri di più sui test di salute del DNA per scoprire come fare un test può dirti se è vero per te. O conoscere nuove opzioni per eseguire un esame del sangue (per diagnosticare la sindrome dell’intestino irritabile, o IBS) sia in uno studio medico che da casa.